- - - - - - -
TORRE DEL COLLE
di Bevagna (PG)


ProLoco Torre del Colle




SPECIALE TV
"TORRE DEL COLLE"











PROMO 2019



BORGO IN FESTA


il nostro intrattenimento musicale

venerdì sabato domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
agosto agosto agosto agosto agosto agosto agosto agosto agosto agosto






ospite




nello spazio giovani tutte le sere dalle ore 21:30 musica dal vivo con le migliori cover & band








TORRE DEL COLLE
frazione del comune di Bevagna (PG)

Il paese si trova su una piccola collinetta, a 250 metri sul livello del mare, a breve distanza dai primi contrafforti dei Colli Martani, affacciata sulla valle del torrente Attone. La frazione è abitata da 33 residenti, secondo i dati Istat 2001. Nella zona sono state rinvenute tracce di un probabile Pagus Romano, caratterizzato da un acquedotto, iscrizioni funerarie ed i resti di un tempio dedicato a Latona (da questo potrebbe derivare il nome del torrente che scorre nella valle). L'insediamento attuale nasce nel X secolo, dapprima con il nome di Castrum Turris Collis, poi Torre San Lorenzo, feudo degli Antignano, conti del castello omonimo, che era il centro dei loro possedimenti nel territorio di Bevagna, assieme a Cantalupo, Castelbuono, Limigiano e Gaglioli. Essi erano di parte ghibellina, e per questo furono importanti funzionari imperiali. La contea raggiunse il massimo splendore nel XIII secolo, con estensione fino a Coccolone di Montefalco, Foligno, Cannara e Gualdo Cattaneo; alla morte di Federico II, nel 1250, il paese passò sotto Foligno. Vi fu una pausa dopo la battaglia di Gaglioli, quando dapprima passò a Todi (1273) e poi a Perugia (1378). Tuttavia, nel 1392, Bonifacio IX nominò vicario Ugolino III Trinci, che riportò il castello ed altri possedimenti nelle mani di Foligno. Nel 1395, una aspra battaglia scatenata dai todini e da Biordo Michelotti, permise a questi di riappropriarsi del castello, fino a quando, dopo la morte del condottiero, Ugolino III ne tornò in possesso per la Chiesa. Egli vi stanziò una guarnigione comandata dal capitano Manenti da Bevagna, che veniva reclutata nel territorio di sua giurisdizione. Gli Statuti di Bevagna del 1500 assegnarono agli abitanti di Torre del Colle il diritto di piena cittadinanza; nel corso del XVII secolo venne chiamato con il nome attuale. Le attività legate all'agricoltura ed al turismo rivestono una buona importanza. Durante le festività natalizie si rievoca il medioevo con un presepe vivente in costume. Ogni anno vi si tiene la sagra denominata Ferie in allegria, dopo la metà di agosto.  Il castello, di pianta rettangolare, è dotato di un bel torrione ed ha le mura in arenaria aperte da un arco a sesto acuto; le case interne sono di origine medievale, con finestre e facciate decorate; Chiesa di S. Lorenzo (XIV secolo) e relativo campanile; Eremo di S. Giovanni (1320), nelle vicinanze, fondato dal beato benedettino Ugolino (? - 1350). Rimane la chiesa, mentre il monastero è stato trasformato in casa colonica; Santuario della Madonna della Valle (XIII secolo), a 5 km in direzione di Gualdo, in alto sui colli Martani (520 m. s.l.m.). La costruzione odierna è stata ultimata nel 1934, il portico è stato ultimato nel 1938. Le date di fine lavori sono scolpite sui gradini dell'altare del Santuario. I lavori sono stati commissionati dal parroco Don Ercole Satolli. La costruzione fu eseguita quando si sparse la voce che la madonnina venerata fosse fautrice di miracoli: tuttora, molti fedeli si recano nei pressi del santuario, non più visitabile dopo gli eventi sismici del 1997.

fonte: Wikipedia












CHI SIAMO

La storia della pro-loco di Torre del Colle, inizia negli anni settanta, con l’organizzazione di alcune manifestazioni ricreative in occasione della festa religiosa di San Lorenzo. All’interno del paese si partecipava ad alcuni giochi popolari quali, corsa con i sacchi, pignatte, albero della cuccagna. Negli anni seguenti l’associazione ha conosciuto un crescente aumento di attività e successi, coinvolgendo nel tempo un numero sempre maggiore di soci e collaboratori. Agli inizi degli anni ottanta abbiamo ampliato gli spazi all’aperto e dato il via alla prima piattaforma che successivamente è stata sempre più ingrandita per permettere di realizzare varie esibizioni di ballo e musica. Comunque dovremmo arrivare al 2004 per una vera e propria inaugurazione dell’attuale complesso murario che oggi ci permette di avere  attrezzature e spazi di primo ordine a disposizione di tutti.L’associazione Pro-Loco di Torre del Colle non ha fini di lucro ed è aperta a tutti, opera con l’indispensabile ed insostituibile apporto di tanti volontari, con la finalità di promozione e sviluppo sociale, di valorizzazione delle realtà e potenzialità naturalistiche ed economiche del territorio. Quest’ultimo molto ricco di cultura , storia, tradizioni eno-gastronomiche, valori che l’associazione intende sempre più far conoscere. La pro-Loco è rappresentata dal suo presidente eletto all’interno di un Comitato Direttivo che programma le diverse iniziative, da un Collegio di Revisori, entrambi eletti da i soci e da una Segretaria.

TESSERAMENTO
Si acquisisce la qualità di socio con il versamento di una quota associativa pari ad Euro 10.00 (dieci) così come deliberato dal Consiglio di Amministrazione.






























16052019 - 16052020